Il 22 settembre è ufficialmente iniziata la Milano Fashion Week, il consueto appuntamento del capoluogo Lombardo che apre le porte ai maggiori brand di moda e agli stilisti emergenti. Quest’anno per cause ormai ben note, abbiamo assistito a un diverso svolgimento degli eventi riadattati in base alle norme di sicurezza imposte dalle disposizioni governative. La settimana della moda non a caso è stata ribattezzata ‘’Milano Digital Fashion Week’’.

Abbiamo discusso negli ultimi mesi delle nuove modalità di fruizione di eventi, mostre, fiere, concerti; impossibile non adattarsi al cambiamento considerata l’importanza dell’evento per il panorama nazionale. Il fashion system è dunque riuscito a gestire le passerelle e gli eventi di maggiore portata attraverso i canali digitali che ne hanno permesso lo svolgimento nonostante la natura di contatto.

Il tam tam virtuale non si è fatto attendere rendendo protagoniste le piattaforme più conosciute e considerate del settore: Instagram, Facebook, Twitter, YouTube hanno permesso la visione degli eventi da remoto aumentando notevolmente la fruizione precedentemente riservata soltanto a pochi eletti. Dirette, eventi programmati, show online e presentazioni live sono soltanto alcuni degli strumenti a disposizione dei Brand che hanno sapientemente orientato il pubblico sui canali appositi. La pandemia ci ha insegnato che è impossibile fermarsi e gli operatori del settore ne sono pienamente consapevoli; spettatori e buyer hanno reagito positivamente mettendo da parte lo scetticismo iniziale legato alla visione da remoto di un evento di caratura internazionale.

In questo contesto phygital ai microfoni di #radionext, Antonio Squeo, Founder e Chief Innovation Officer di Hevolus Innovation, ha raccontato in che modo utilizzare realtà aumentata e l’intelligenza artificiale per agevolare e rendere più realistica possibile la partecipazione all’evento da remoto. Durante la fashion week con la partecipazione di Accenture, sfruttando la tecnologia di Microsoft, è stato creato il Digital Fashion Hub, uno showroom virtuale dove il consumatore può muoversi, esplorare, vivere lo spazio virtuale, per scoprire e vedere le collezioni in maniera fluida e coinvolgente. L’implementazione tecnologica innovativa consente una visualizzazione in altissima definizione disponibile su tutti i tipi di device fissi e mobili e anche sulle Hololens2 di Microsoft. L’azienda ha dunque le idee ben chiare: affiancare le imprese utilizzando una tecnologia disruptive che renda l’experience del consumatore davvero unica.

La Milano Digital Fashion Week è la prova concreta dell’adattamento ai nuovi metodi di fruizione che stanno rapidamente scalando le preferenze dei consumatori. La trasformazione digitale accelerata dalla pandemia, avanza in modo deciso; a noi spetta il compito di recitare un ruolo da protagonisti, essere artefici del cambiamento di questo periodo storico fondamentale, che è soltanto l’inizio di una nuova era digitale.

Il podcast completo è disponibile sull’App e sul sito di Radio 24.

en_USEN